Educare a San Pier d’Arena: l’Istituto Comprensivo “Nicolò Barabino”

Rivista: Gazzettino Sampierdarenese
Editore: S.E.S. – Società Editrice Sampierdarenese
Luogo di pubblicazione: Genova
Data: Gennaio 2016, anno XLV, n°1

Leggimi

Le nostre scuole

Càpita ogni tanto di incontrare persone che svolgono la loro professione con passione e intelligenza e con la stessa passione raccontano il loro lavoro a chi vuole ascoltarli. È con la sensazione di avere incontrato una persona così che sono uscito da Villa Scassi “la Bellezza” dopo un’ora e mezza di conversazione con la professoressa Cinzia Baldacci, Preside dell’Istituto Comprensivo “Nicolò Barabino”: un’ora e mezza di conversazione sul Piano d’Offerta Formativa (POF) 2015-16 messo a punto dalle scuole dell’IC Barabino per educare e istruire i loro allievi che provengono da un contesto socio-economico eterogeneo e multietnico e hanno storie familiari, condizioni di vita ed esperienze culturali piuttosto differenti. Sono i bimbi della Scuola dell’Infanzia, i bambini più cresciutelli della Scuola Primaria e i ragazzini della Scuola Secondaria di primo grado Asilo, Elementare, Media, per me che non avendo figli sono rimasto legato alla terminologia scolastica che si usava nei tempi in cui ero scolaro-studente, nel secolo scorso. Il POF dell’IC Barabino è “un progetto educativo e didattico che sperimenta, all’interno dell’autonomia didattica e organizzativa, un curriculum verticale condiviso tra i tre gradi di istruzione e teso al conseguimento di un’efficace formazione di base per tutti i suoi alunni.” In parole più semplici, la programmazione educativa e didattica dell’Istituto dà importanza allo sviluppo di conoscenze e di cultura per una formazione integrale della persona, allo sviluppo di una convivenza civile e democratica attraverso il rispetto reciproco e la cooperazione, alla valorizzazione delle diversità e all’integrazione, anche per prevenire il disagio e limitare la dispersione scolastica. L’Istituto Comprensivo è stato istituito il 1 settembre 2012 e riunisce diversi “plessi scolastici”: a Villa Scassi ha sede la Scuola Secondaria di primo grado “Nicolò Barabino” che accoglie 126 alunni; l’adiacente Scuola Primaria “Giuseppe Mazzini” è frequentata da 330 alunni; la Scuola Primaria “Emilio Salgari” in vico San Barborino ha 215 alunni; la terza Scuola Primaria è la “San Bartolomeo del Fossato” con 96 alunni; nello stesso edificio hanno sede anche la Scuola dell’Infanzia “Walt Disney” con 128 bambini e una succursale della Scuola Secondaria con 70 alunni; altre due succursali sono a Villa Masnata in via Cantore e al Centro Civico in via Daste, ciascuna con 144 alunni. Riassumendo, un asilo, tre elementari e una media con tre succursali, tutte variamente fornite di aule attrezzate per le attività didattiche, laboratori multimediali, palestre, biblioteche, qualche aula informatica e video, qualche campo sportivo all’aperto, a disposizione di oltre 1200 alunni tra i 3 e i 14 anni d’età. Milleduecento giovani che “lavorano” (volenti o nolenti) per diventare buoni cittadini della San Pier d’Arena di domani. Tra tempo normale, tempo pieno, tempo obbligatorio e tempo prolungato, c’è tempo non solo per insegnare e studiare le materie scolastiche dei programmi ufficiali ma anche per numerose attività progettuali che arricchiscono e integrano la vita scolastica dei ragazzi. Vale la pena citarne almeno alcune: per gli stranieri di recente immigrazione c’è un progetto di prima alfabetizzazione per permettere loro di conoscere e parlare almeno i rudimenti della lingua italiana e il progetto “StudentiDocenti” svolto in collaborazione con il Liceo Gobetti, per sostenere gli alunni stranieri della scuola media nel approfondire la conoscenza dell’italiano: gli studenti del Liceo sono i docenti di italiano degli studenti della Scuola Secondaria. Nella scuola secondaria l’educazione alla legalità e al benessere prevede interventi in collaborazione con la medicina scolastica, il consultorio di zona e varie istituzioni quali Carabinieri, Questura, Tribunale dei minori, Polizia municipale, Ist, Lega nazionale tumori. Il Progetto Istruzione Domiciliare prevede interventi domiciliari dei docenti a favore di alunni impossibilitati a una regolare frequenza per gravi motivi di salute. Esiste poi una serie di corsi di approfondimento quali i Giochi Matematici in collaborazione con l’Università Bocconi, la partecipazioni ai progetti “La valigia scientifica” e “Questo l’ho fatto io” in collaborazione col Liceo Mazzini, il corso di latino per le classi III della scuola secondaria, corsi con certificazione per le lingue inglese, francese e tedesco. E poi la musica, linguaggio internazionale in grado di unire persone di ogni provenienza sociale e geografica: ecco allora le attività dell’Associazione “Music for peace, creativi della notte”, i progetti musicali col maestro Lizzio e con l’Accademia Faurè e “Trillargento” avviamento allo strumento musicale e al canto corale. Ma, com’è noto, “mens sana in corpore sano”, quindi il Centro Sportivo Scolastico, in collaborazione con varie associazioni sportive del territorio, propone sport non banali (intendo dire non il solito stra-abusato e scioccamente idolatrato calcio) quali hockey su prato, tiro con l’arco, pallacanestro, pallavolo, tennis, taekwondo, pugilato, rugby, orienteering, bocce, nuoto, vela… Di grande  importanza  anche  il  CAEB, il centro di attività educative per l’ampliamento dell’offerta formativa con attività motorie ed espressive, organizzato in tutti i plessi dell’Istituto. E siccome un percorso scolastico come-si-deve  non  dovrebbe  fermarsi a 14 anni ma proseguire con la scuola secondaria di secondo grado, l’IC Barabino predispone una serie di interventi formativi e informativi per fornire agli alunni una conoscenza più approfondita dell’offerta scolastica superiore, aiutarli a maturare una buona conoscenza di sé in vista di una scelta consapevole. In particolare è prevista la collaborazione con gli istituti di II grado nel progetto “La scuola altrove” e l’adesione al progetto della Provincia “Oris” di orientamento alla scelta.

Dimenticavo: il sito web dell’IC Barabino è www.icbarabino.gov.it

SCARICA L’ARTICOLO

error: Il contenuto è protetto!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi