Marzia Verona: “La pastorizia come risposta alla disoccupazione giovanile”

Rivista: A Vaštéra
Editore: Uniun de tradisiun brigasche
Luogo di pubblicazione: Sanremo
Data: Primavera-estate 2013, anno XXII, n°54

Categoria: Tag: ID:1053

Leggimi

L’Artistica Editrice di Savigliano ha pubblicato pochi mesi fa l’ultima fatica editoriale di Marzia Verona, agronoma, scrittrice, allevatrice e molte altre cose ancora di Pinerolo. Si chiama lavoro “Di questo lavoro mi piace tutto – Giovani allevatori del XXI secolo, la passione per combattere la crisi” ed è la stessa autrice a spiegare di cosa si tratta: “Ai giovani allevatori, per passione o per mestiere, protagonisti di questo saggio apparentemente piace tutto del loro lavoro. In ciascuna delle 70 interviste raccolte tra ragazzi e ragazze tra i 15 e i 30 anni emergono però molti aspetti su cui riflettere: dalle difficoltà economiche a quelle burocratiche, fronteggiate in nome di una grande passione prima di tutto per gli animali. C’è un futuro per loro? C’è chi prosegue l’attività di famiglia, chi ha saputo rinnovarla senza dimenticare la tradizione e chi ha compiuto una scelta completamente slegata dalla famiglia di origine, ma per ciascuno c’è una storia da raccontare. Il libro vuole dare una voce ai giovani allevatori, affinché si conosca la loro realtà, soprattutto al di fuori del settore, anche per avere più rispetto, più comprensione e uguale dignità per un mestiere “sporco” solo in apparenza”.

Mi permetto di aggiungere alcune mie brevi considerazioni: Marzia – che ha più di trent’anni ma è giovane pure lei – e i ragazzi e le ragazze di cui scrive sono la dimostrazione vivente, lavorante e pensante che non tutto è da buttare nella società italiana attuale. C’è tanto di brutto, certo, ma c’è anche tanto di bello e di buono, di kalokagazòs per dirla alla greca. Come belli e buoni sono questi giovani che scelgono di fare una vita che secondo i canoni sociali ed economici “normali” è difficile e dura e incerta, ma è la loro passione. Una passione, poi, che non spreca risorse pubbliche e che contribuisce a mantenere vive e sane una parte di economia nazionale (l’allevamento) e una parte di ambiente naturale (la montagna) senza le quali la nostra società e la nostra patria sarebbero più povere e più brutte. Chi volesse scendere nei dettagli del libro (prima di acquistarlo) può andare a curiosare nei siti di Maria Verona, ad esempio in http://diquestolavoromipiacetutto.wordpress.com/

SCARICA L’ARTICOLO

error: Il contenuto è protetto!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi