Tra le montagne con il Club Alpino Italiano

Rivista: Gazzettino Sampierdarenese
Editore: S.E.S. – Società Editrice Sampierdarenese
Luogo di pubblicazione: Genova
Data: Gennaio 2017, anno XLVI, n°1

Leggimi

Un nuovo anno di attività

E come ogni anno, anche in questo inizio di 2017 la gloriosa Sezione di San Pier d’Arena del CAI, Club Alpino Italiano, ha pubblicato “il Libretto”, ovvero il programma delle attività sociali per i prossimi dodici mesi. Per illustrare il nutrito corpus di attività lascio volentieri la parola al Presidente della Sezione,  Giuliano  Geloso,  che in primis si compiace con la Commissione Escursionismo per il buon lavoro fatto nello stilare il programma, sufficientemente vario per tener conto delle capacità di tutti i soci, che sono naturalmente diversi per età, prestanza fisica, tempo disponibile, impegni familiari e professionali.

Senza  menzionare  tutte  le  attività – per  questo  c’è  appunto  il  Libretto – mi piace ricordare i due trekking naturalistici-storici del mese di aprile: si inizierà con la Via degli Dei che ricalca la plurimillenaria strada appenninica etrusco-romana tra Firenze e Bologna, e si chiuderà lungo un tratto della Via Francigena diretta a Roma. Carico di significati storici sarà anche il trekking di luglio sui sentieri della Grande Guerra al monte Pasubio. Da non scordare certamente gli eventi sottocasa, anzi sopracasa, come la ormai ultracelebre Rigantoca di giugno che è l’eccellenza di un fitto programma escursionistico sui monti della nostra bellissima Liguria. La settimana di “vacanze agostane” sarà in Corsica, isola meravigliosa tanto per il mare quanto per le sue montagne (che in parte appartengono alla catena alpina, esattamente come quelle liguri a ponente di Genova). Tra  le  numerose  attività  educative svolte  dalla  Sezione,  ricordo  qui  il Gruppo  Tutela  Ambiente  Montano che  continuerà  gli  incontri  con  le scuole elementari di San Pier d’Arena e medie di Campomorone e Rivarolo nell’ambito  del  Progetto  Montagna siglato tra il CAI e il MIUR. Un cenno anche al Gruppo di Alpinismo Giovanile, che mira a far conoscere ai giovani il territorio in cui vivono; molti di loro non hanno mai percorso un sentiero nel bosco o visto un capriolo se non in fotografia. E considerando quanti caprioli ci sono nei nostri Appennini, ciò è davvero disdicevole, cari ragazzi sampierdarenesi!! Partecipando alle attività del Gruppo i ragazzi sono aiutati anche a crescere in senso culturale e morale. Un evento importante per la Sezione è la nascita di un nuovo Gruppo Sezionale, lo “Star3K”, ideato da due soci giovani per organizzare salite impegnative a quote intorno ai 3000 metri. Giovani gli ideatori e impegnative le salite ma non ci sono limiti di età per parteciparvi, ben venga chiunque se la senta! Per luglio si propone una due giorni con notte in bivacco in Val Maira (nella foto), su e giù per tre vette appena oltre i tremila. Il motto è “Bivacco, vetta e poi svacco!!”. Promette bene, no?

SCARICA L’ARTICOLO

error: Il contenuto è protetto!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi