Io guardo poca televisione e guardo ancor meno la pubblicità che interrompe i programmi, ma ogni tanto mi succede di cogliere qualche spot pubblicitario che nel bene o nel meno bene attira la mia attenzione.

Recentemente su una rete che trasmette serie poliziesche – quelle che ho imparato a conoscere grazie a Donatella: Top Crime, Giallo, Rai4 – ne ho trovato uno che mi piace e mi diverte, onore al merito del “creativo” che lo ha inventato; è la pubblicità di un’agenzia immobiliare online che mette in scena la Sacra Famiglia nella posizione tipica da presepio: Giuseppe guarda lo smartphone e sorridendo dice a Maria “senti qui: tre camere, terzo piano con ascensore, adatto a giovani coppie.. – poi il sorriso sparisce dal viso di Giuseppe – no garage” e la Madonna: “no garage… e questi dove li mettiamo? “; l’inquadratura si allarga e si vedono “questi” che ovviamente sono l’asino e il bue. Giuseppe fa una carezza affettuosa al bue e Maria dice, guardando Gesù Bambino, “ma un pesciolino rosso come tutti i cristiani, no eh?”. Io la trovo deliziosa, anche se mi aspetto che qualche benpensante tradizionalista si scandalizzi, come un po’ di mesi fa avvenne per la mamma schiantata dall’asteroide nella pubblicità del Buondì Motta.

Su una delle medesime reti è comparsa poi la pubblicità di “Morgana la poltrona vegana”. E qui sono caduto dalle nubi. Già mi pareva che il mondo fosse diventato strano quando scoprii l’esistenza del vino vegano, ma che potessero essere vegane pure le poltrone…. Non ho ascoltato tutto con attenzione perché stavo sparecchiando il pranzo quindi non ho capito come si distingue una poltrona vegana da una carnivora. Se ti siedi sulla poltrona vegana per mangiare un panino con prosciutto e formaggio lei si innervosisce e ti morde le chiappe? O gli artigiani della qualità si astengono dal consumare uova e latticini mentre la fabbricano? La fantasia dei creativi pubblicitari mi affascina… Però qui si apre un mondo inaspettato: ora immagino che arriveranno Mariano il tavolo vegetariano, Battista il comò crudista, Demotica la credenza macrobiotica, Birùtine il letto senza glutine… difficilissimo trovare un nome di persona italiano che rimi con glutine.

——————————————————-

Per finire una postilla su tutt’altro argomento: venerdì 29 dicembre 2017 il “pruno grosso” nel giardino di Sanremo ha sbocciato i suoi primi tre fiori della primavera 2018 e il “terzo pruno” giovane e mingherlino ha iniziato a far spuntare le prime foglie. Diciamo che sono entrambi in anticipo di quaranta giorni sul normale. Tutto ciò è molto grazioso da vedersi ma non credo proprio che sia una bella cosa in senso generale.

error: Il contenuto è protetto!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi