Il rampicante e i phlox

Nel giardino di Ormea c’è “il Rampicante”. Probabilmente è un Polygonum aubertii; lo abbiamo sempre chiamato “il rampicante” senza sapere il nome scientifico ma ora c’è Google Immagini… In realtà sono due...

L’asino Teo

Ho incontrato Teo in un tardo pomeriggio di inizio aprile: è un asino maschio che funge da animale di compagnia di un allegro e conviviale signore settantenne di Pontremoli, Alberto Bellotti, che mi è stato presentato dal responsabile della...

Gioielli a 6 zampe

Questa vicenda risale a qualche mese fa ma il concetto di fondo rimane interessante: un giorno di luglio ero a Firenze e – parafrasando il Poeta – ibam forte via Romana, nescio quid meditans nugarum, quando sono passato davanti alla...

Verde brillante

Un argomento di cui già scrissi un paio d’anni fa dopo aver ascoltato una interessantissima lectio magistralis – “L’utopia tranquilla delle piante” – nel Salone del Maggior Consiglio al Palazzo Ducale durante...

Il ciclamino fiorito in estate

Uno dei numerosi accadimenti che dimostrano la “bellezza” in senso completo del giardino di Villa Mergellina a Sanremo, insomma del giardino di Donatella. Un ambiente semidomestico seminaturale in cui le piante sono al 90% contente di...

Il ragno e l’albicocco

Accanto al palazzo di Genova in cui ho la residenza e per parte del mio tempo vi abito, c’è un’aiuoletta di erbe casuali, che quando c’era la portinaia Caterina venivano accudite e innaffiate con una certa cura ma ormai sono...

L’isola verde

Esiste in Europa un’isola dove borghi e città sono distanti fra loro e separati da vaste estensioni di terreno spopolato. Ci sono colline e campagne coperte d’erba verdissima e colorata da milioni di fiori di millanta colori. Greggi...

L’ utopia tranquilla delle piante

Chi mi conosce bene sa che amo le piante e le considero una delle più affascinanti manifestazioni del Creato. Dall’erba agli alberi, anche se il mio amore va soprattutto agli alberi, e più sono grandi e longevi più mi affascinano. Uno dei...

Sancta Viriditas

Per percepire qualche forma di presenza divina nella natura non è necessario dire “Deus sive Natura” come Benedetto Spinoza (frase che io comunque cito sovente perché sotto sotto mi piace). Ildegarda di Bingen era una che di Dio se ne...

Codamozza bel tenebroso

Cos’è che rende un paio di occhi “due begli occhi”? Dal punto di vista fisico, fisiologico, due occhi belli, di quelli con lo sguardo che si nota incrociandolo per strada, lo sguardo che fa innamorare, sono diversi dagli occhi...

Ciliegio

All’inizio del passaggio pedonale che dalla valletta Puggia, ove sorge l’osceno edifizio che ospita i dipartimenti di Fisica, Chimica, Matematica e Informatica dell’Università di Genova, mena lo studente e il docente verso corso...

Realdo

Realdo, comune di Triora, provincia di Imperia. Se non il tetto del mondo, certo il tetto della Liguria. 1100 metri sul mare, una parete di calcare verticale che sale dalla valle, e in cima al muro di roccia stanno attaccate le case del borgo, in...

Corsica

Il vento soffia secco alzando piccole creste bianche sul mare. Sale i sobbalzi della roccia, scuote i cespugli, ostacola il decollo degli uccelletti grigi, esalta i guizzi acrobatici dei gabbiani. Asciuga e riscalda la pelle ricoperta di sottili...

error: Il contenuto è protetto!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi